Permessi ristrutturazione appartamenti

Per quali opere di ristrutturazione case sono necessari i permessi a Roma?

Nel caso di manutenzione ordinaria la legge non prevede nessun tipo di permesso o di dover effettuare una comunicazione di inizio lavori. E necessario prestare comunque attenzione perché alcuni Comuni potrebbero, anche in questi casi, richiedere una semplice comunicazione oppure pretendere l’invio della modulistica unificata C.I.L (comunicazione di inizio lavori).

Per interventi di manutenzione straordinaria che non prevedono modifiche della struttura, è necessario presentare la C.I.L.A (comunicazione di inizio lavori asseverata). Indispensabile richiedere l’intervento di un professionista che si occuperà di redarre tutta la documentazione, presentando una relazione per dichiarare se gli interventi previsti rientrano tra quelli ricadenti nella CILA e se gli stessi rispettano le normative antisismiche, energetiche, antincendio, igienico sanitarie, etc.

La CILA è molto utilizzata per la tipica ristrutturazione appartamenti roma

Il proprietario dell’immobile spesso si trova in difficoltà nel capire quando gli interventi sono compresi nella manutenzione ordinaria o nella straordinaria. In generale quando si cambia la distribuzione degli ambienti con la demolizione e costruzione di tramezzi si ricade in manutenzione straordinaria. Quando si cambiano le finiture ed i rivestimenti in manutenzione ordinaria. Ma non è sempre semplice comprendere, senza una valutazione di un tecnico, in quale tra le due categorie si ricade.

Con la CILA si possono iniziare i lavori il giorno stesso della presentazione al Comune.

Nei casi in cui nelle opere di manutenzione straordinaria rientrino interventi non contemplati, per la ricostruzione edilizia, risanamento conservativo e restauro, è necessario presentare una S.C.I.A (segnalazione certificata di inizio attività).

Sono invece indicati gli interventi ricadenti nel campo dell’attività edilizia libera che non necessitano di alcuna comunicazione:

  • Manutenzione ordinaria
  • Installazione delle pompe di calore di potenza termica utile nominale inferiore a 12 Kw
  • Interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche (non prevedano la realizzazione di scale ed ascensori)
  • Alcune opere per attività di ricerca nel sottosuolo
  • I movimenti di terra per attività agricole
  • Serre mobili stagionali per attività agricola (non in muratura)
  • Le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni, previa comunicazione di avvio lavori all’amministrazione comunale
  • Le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni
  • I pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici fuori dai centri storici

 

Call Now ButtonChiama per un Preventivo